Carnevale – Oltre a maschere e coriandoli… La ricetta delle Bugie!

Il Carnevale di oggi ha radici antichissime, le sue origini risalgono all’età pagana del mondo romano, greco ed egizio. Quello che veniva celebrato e rappresentato era un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento del quotidiano, allo scherzo e anche alla dissolutezza, in pratica il caos sostituiva l’ordine.

Anche in questo caso i mascheramenti non mancavano, ma gli egiziani da cosa si vestivano?…probabilmente da Batman.

Quindi quello che si celebra ai giorni nostri, come molte altre festività, è un riadattamento delle festività pagane “travestite “ ed adattate alla religione cattolica.

Se siete in Italia ecco qui i modi più oltraggiosi di festeggiare:

Venezia – http://www.carnevale.venezia.it

Viareggio – http://viareggio.ilcarnevale.com/

Ivrea – http://www.storicocarnevaleivrea.it/

Sardegna – http://www.paradisola.it/sagre-sardegna/carnevale-sardegna

 

E ora non ci resta che mangiare qualcosina…

Ogni festività ha il suo dolce tradizionale e non possiamo astenerci dal regalarvi un dolcissimo carnevale.
Ecco qui le nostre croccanti Bugie
Ingredienti
• 500 g. di farina
• 50 g. di zucchero
• 50 g. di burro
• 1 uovo e 1 tuorlo
• poco vino bianco secco di buona qualità (non nel cartone)
• la scorza grattugiata di un limone (solo la parte gialla)
• 1 bustina di lievito per dolci
• zucchero a velo q.b.
• strutto o olio di semi (arachide, girasole o mais) q.b.
Si Parte
Impastate la farina con l’uovo, il tuorlo e il burro fuso ma freddo (potete fonderlo usando il microonde), lo zucchero, il lievito, la scorza di limone e tanto vino bianco necessario ad ottenere una pasta soda ma elastica.
Ricavate dalla pasta delle sfoglie aventi lo spessore di 2/3 mm. Usando il mattarello.
Tagliate la sfoglia in forme diverse, usando la rotella dentata o un coltello: rombi (di solito sono quelli che gonfiano molto bene), rettangoli, magari con un taglio a metà. Friggete le bugie in olio ben caldo in un pentolino a bordi alti in modo che il grasso possa avere una buona profondità.
Friggete le bugie poche alla volta fino a che diventino ben dorate.
Scolatele, e mettetele a su carta da cucina per togliere l’unto in eccesso. Quando le bugie saranno fredde cospargetele di zucchero a velo e gustatele.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *